Consob: regge accordo M5S-Lega, continua corsa Minenna/Adnkronos (2)

(AdnKronos) – Se la nomina tarda ad arrivare continuano a circolare le voci più disparate, inclusa quella di un presunto veto del Colle. Rumors dai quali ha preso nettamente le distanze il senatore grillino Elio Lannutti, che sottolinea la “piena fiducia nel giudizio del Capo dello Stato sulla nomina di Minenna a presidente della Consob”.

Secondo Lannutti, “è evidente che ci sia nel Palazzo qualche consigliere – legato a quei poteri, oramai deboli, che hanno imperversato sinora nella finanza incontrollata di questo Paese – che non voglia Minenna a capo della Consob. Io sono sicuro da senatore settantenne e civil servant di lungo corso che il Capo dello Stato veti non ne ha e certo che non consentirà che siano pretestuose considerazioni pseudogiuridiche a fermare una nomina che serve a rimettere sui binari la Finanza italiana”.

“D’altronde – rimarca – se come abbiamo letto il problema su Minenna è di essere già dirigente della Consob, aspetto che ne lederebbe l’indipendenza c’è da chiedersi allora come mai la stessa cosa non valga per il governatore ed i membri del direttorio della Banca d’Italia da sempre interni all’Istituzione salvo rare eccezioni. Per non dire poi che un direttore della Consob per statuto interno deve essere indipendente altrimenti non potrebbe stare lì”.

Consigliati

AdnKronos

Al via saldo e stralcio cartelle

Al via saldo e stralcio cartelle

Roma, 7 gen. (AdnKronos) – Al via l’operazione ‘saldo e stralcio’ delle cartelle. Agenzia delle entrate -Riscossione, si legge in