Col. Guarino: “Lo Stato c’è, i cittadini denuncino”

Palermo, 11 set. (AdnKronos) – Nella lotta a Cosa nostra i risultati operativi “importantissimi” raggiunti negli ultimi anni a Palermo “dimostrano che lo Stato c’è, è forte e vince”. Ne è convinto il neo comandante provinciale dei carabinieri di Palermo, colonnello Arturo Guarino, per il quale “sono proprio questi risultati che devono indurre le persone perbene a denunciare” il racket delle estorsioni. Il colonnello, che si è insediato alla guida del Comando provinciale lunedì, oggi ha incontrato la stampa per un saluto. “Subire è il modo più facile per agevolare le strutture criminali e la mafia – ha aggiunto -. Il nostro compito è rompere il muro di omertà con la nostra efficienza, portando avanti le indagini e dimostrando che il crimine non paga. I cittadini devono fidarsi dello Stato”.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,