Ambiente: Micari, da Summer school soluzioni concrete contro l’inquinamento

Palermo, 25 giu. (AdnKronos) – “Il valore aggiunto di questa iniziativa sta nel confronto con una realtà importante come quella dell’Eni. Si parla di temi importanti legati all’ambiente, all’inquinamento e al recupero di luoghi contaminati, con una sensibilità forte sia dal punto di vista scientifico e della ricerca, come può essere quello della nostra Università, sia dal punto di vista dell’applicazione concreta di una serie di studi, che è quello che caratterizza l’Eni. Rappresenta quella forma di educazione di terzo livello che è una mission dell’Università”. Così il rettore dell’Università degli Studi di Palermo Fabrizio Micari a margine della presentazione della Summer School ‘Climate change and environmental pollution and restoration’.

Un’iniziativa organizzata da Unipa in collaborazione con Eni e che vedrà impegnati per cinque giorni – da oggi fino al 29 giugno – 25 ‘studenti’ fra dottori di ricerca, assegnisti, ma anche professionisti interessati al ‘climate change’. Una parte importante sarà poi dedicata all’acqua e alle possibilità di decontaminazione. “Il taglio che questa scuola vuole avere è non solo teorico – sottolinea Micari – Ci sarà un momento teorico importante ma altrettanto rilevante sarà la ricaduta pratica, proprio perché si vuole passare direttamente al concreto e qui ci sono degli esperti che possono dire realmente cosa si può fare, quando, in che modo e con quali costi”.

Consigliati