8 marzo: Coldiretti, in Veneto una carriera in campagna per 24mila imprenditrici

Venezia, 7 mar. (AdnKronos) – “La campagna è il posto ideale per coniugare carriera e qualità della vita”.Lo dice Chiara Bortolas presidente regionale di Donne Impresa Coldiretti Veneto alla vigilia dell’8 marzo registrando molte new entry tra le schiere delle 24mila agricoltrici associate.

“Prati e pascoli al posto di un lavoro in banca, per le neo imprenditrici agricole una stalla è meglio di un laboratorio di analisi, addirittura – continua Bortolas – il mercato in piazza è il top per una laureata in comunicazione. C’è chi ha rinunciato alle passerelle per un filare di viti e altre che all’insegnamento a scuola hanno preferito aprire una fattoria didattica. La rivoluzione delle donne comincia da qui: mettere sullo stesso piano realizzazione professionale e ritmi naturali, pensando al benessere degli animali e alla famiglia”.

“Si tratta di una economia – sostiene Chiara Bortolas che è anche vice presidente nazionale – diciamo più sociale, ma non per questo non in grado di fare bilancio. Gli esempi di affermazione del mondo femminile agricolo riempiono le pagine dei giornali – spiega Bortolas – perché rappresentano una speranza per tutti: quella di poter contare su un futuro diverso, con un modello di sviluppo più umano”.

Consigliati