San Valentino: da Cagliari a Stoccolma guida gay friendly a prova di coppia

Roma, 12 feb. (Labitalia) – Si avvicina il giorno più romantico dell’anno dedicato agli innamorati e per una ‘due giorni di San Valentino’ gay friendly arriva la guida di Giuseppe Giulio, gay travel blogger. “Ecco -dice a Labitalia- cinque destinazioni da batticuore per dichiarare amore eterno alla vostra dolce metà. Non vi resta che preparare le valigie e scegliere la vostra meta speciale. Chi dice che Cagliari vive solo d’estate, non ci è mai stato a San Valentino. Il capoluogo sardo è un buon punto di (ri)partenza per festeggiare l’amore libero: ad esempio una passeggiata romantica lungo la splendida spiaggia del Poetto, ma senza dimenticare di fare il pieno di moltissime prelibatezze locali, tra queste malloreddu e seadas. Oltre che fare un salto tra i quartieri di Marina e Villanova e perdervi nella Cattedrale dei Musei. Attenzione, un ultimo consiglio: arrivate innamorati”.

“Culla della cultura e della storia europea -afferma Giuseppe Giulio- Atene è una capitale gay friendly da visitare il prossimo 14 febbraio. Innamoratevi della sua bellezza millenaria e dirigetevi verso l’Acropoli e verso l’Agorà: qui vi è concesso di amarvi per sempre. Andate alla scoperta anche del suo lato colorato e creativo, fatto di ristorantini, negozi vintage, gallerie d’arte e di notte puntate verso Gazi dove il divertimento non manca”.

“E’ difficile amare senza fiabe -sostiene- e diventare una coppia senza magia: a San Valentino mettetevi in macchina per raggiungere il Castello di Chillon, in Svizzera. Oltre alle famose città di Ginevra e Zurigo, a febbraio sarà possibile fare un passo indietro nel tempo ammirando sulle sponde del Lago di Ginevra, questa antica costruzione medievale, che lega la sua celebrità a diversi illustri scrittori, che lo resero uno dei luoghi più romantici di questa zona”.

“Dimenticate Barcellona o Madrid -continua Giuseppe Giulio- a San Valentino arriva San Sebastian. Una destinazione imperdibile se si è alla ricerca di una meta gay friendly piena di cultura, ma anche di vita notturna. Salite sul Monte Urgull (a piedi oppure con la funicolare) e gridate al mondo il vostro amore. Ma solo dopo una cenetta a nome di candela in uno dei tanti ristoranti stellati, pensate è la seconda meta al mondo più premiata dalla guida Michelin”.

“Ultima Stoccolma -sottolinea- la Venezia del Nord, meta dai mille volti che da anni unisce cultura, tradizioni e avanguardia (pura). Acquistate un biglietto della metropolitana e andate alla scoperta della città on the road, tra una visita al museo della fotografia contemporanea, il Fotografiska e un salto a Skogskyrkogarden, uno dei luoghi più magici della Svezia. Il ‘cimitero nel bosco’, che custodisce i resti di Greta Garbo”.

“E per finire concludete la serata di San Valentino con un brindisi al Cafè Opera, il più sofisticato della città. Cin ad un nuovo anno d’amore (super) eccezionale”, conclude.

Consigliati