24 OreTangenziale come una pista di ghiaccio: scontri a catena

Dopo il nevischio caduto ieri e le temperature rigide della notte scorsa, la tangenziale si è trasformata in una pista di pattinaggio. Non è stato semplice nemmeno per i soccorritori riuscire a rimanere in equilibrio, mentre intervenivano sugli incidenti a catena, avvenuti questa mattina all’altezza dell’uscita Veveri-Cameri, che hanno bloccato per alcune ore la tangenziale in direzione laghi. Il bilancio parla di sette i mezzi coinvolti e di una persona ferita. Secondo gli addetti ai lavori, il tratto in cui si sono verificati gli incidenti risulta particolarmente critico, proprio a causa della presenza del viadotto, sotto il quale passa la provinciale che collega Cameri e Novara. L’aria fredda che passa sotto lo svincolo avrebbe provocato il congelamento della sede stradale sopraelevata.
Il primo mezzo, infatti, ha perso il controllo mentre affrontava la salita presente in corrispondenza dello svincolo. Dopo aver urtato il guard-rail, si è girato finendo al entro della carreggiata ed è stato travolto dall’auto che stava arrivando in quel momento e che non è riuscita a evitarlo. Gli occupanti dei mezzi sono rimasti illesi. Ma mentre la polizia locale di Cameri e i vigili del fuoco erano impegnati nelle operazioni di rilievo è avvenuto un secondo scontro, a circa 500 metri di distanza, fra le auto in coda. Da quanto risulta, si è trattato di un tamponamento a catena, che ha coinvolto 5 mezzi, fra cui un furgone.
Le prime chiamate ai soccorsi sono state registrate attorno alle 8. Con il passare delle ore i mezzi incidentati sono stati rimossi e la viabilità ora risulta essere tornata regolare.

 

Consigliati