24 Ore“La ricerca per la salute”, domani la seconda conferenza nella sede di Fondazione Novara Sviluppo

È in programma per domani, giovedì 17 maggio, alle 17, nella sede di Fondazione Novara Sviluppo (via Bovio) la seconda conferenza sul tema “La ricerca per la salute”.

Il progetto, nato in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale e giunto alla sua terza edizione, «è un percorso di quattro incontri divulgativi, per avvicinare la popolazione al mondo della ricerca scientifica e far conoscere le connessioni tra ricerca e salute. Insomma – commenta il Presidente della Fondazione Novara Sviluppo Giovanni Rizzo – un modo diretto per coinvolgere in modo semplice la cittadinanza approfondendo temi legati all’individuo e alla collettività. E un’iniziativa che vuole anche dare la giusta visibilità alle importanti ed interessanti attività di ricerca presenti a Novara». L’ingresso alle conferenze è libero. E’ gradita l’iscrizione all’indirizzo mail info@novarasviluppo.it.

La rassegna – iniziata giovedì scorso con una conferenza dibattito sui vaccini – proseguirà affrontando il tema “Dalla ricerca fisiologica i benefici dell’Infrarosso: relatori saranno Claudio Molinari e Francesca Uberti (NoiVita Srls, startup terza classificato al bando inNOVazione 2017), che si occupano di ricerca di base nel settore della medicina non convenzionale. «Il mondo della medicina è cambiato – commentano i ricercatori – e il valore aggiunto della medicina non convenzionale è la sua capacità di sfruttare risorse già presenti nell’organismo e/o di composizione naturale. È così possibile intervenire con precisione nei meccanismi che regolano la salute e da queste idee sono nati la nostra startup e i nostri prodotti. La ricerca italiana è da sempre un’eccellenza nel mondo. E oggi è una risorsa importante per l’impresa di domani. Nonostante le difficoltà, nascono sempre più spesso startup come spinoff delle università e “partecipare a eventi come “La Ricerca per la Salute” è fondamentale perché la Fondazione è una magnifica vetrina che permette ad una piccola realtà come la nostra di farsi notare al mondo dell’impresa per poter trovare il sostegno a ricerche future».

Consigliati