24 OreItalia Viva favorevole alla liquidità immediata e ai prestiti pari al 25% del fatturato

Subito liquidità per tutti. Piccole e medie imprese, lavoratori autonomi e partite Iva. E ancora: prestiti pari al 25% del fatturato dello scorso anno interamente garantiti dallo Stato, da restituire sino a cento rate a partire dal gennaio del 2022. E’ questa la proposta avanzata dal leader di Italia Viva Matteo Renzi al Governo, impegnato in queste ore nel varo di un nuovo decreto riguardante gli aiuti alle imprese.

Un “pacchetto”, rilanciato sul territorio dai coordinatori locali del partito Lella Nava e Giuseppe Genoni per Novara e Stefania Trapani per il Verbano Cusio Ossola, «che servirà per dare fiato alle imprese e al sistema economico del Paese e anche delle nostre due province. Tante attività che si trovano a dover sostenere costi senza aver avuto la possibilità di vendere e di incassare in questo periodo di chiusura».

 

 

Liquidità per poter ripartire, ma soprattutto attraverso «procedure semplificate e senza burocrazie rappresentate da istruttorie e valutazioni di rating. Solo con la totale garanzia dello Stato le aziende e i professionisti potranno riprendere il lavoro in sicurezza, collocandosi nella condizione di poter pagare fornitori per acquisti e investimenti , dipendenti e collaboratori».

Come riuscire a coprire le garanzie al 100%? «Il sostegno dello Stato nei confronti delle partite Iva e delle piccole medie imprese con un fatturato fino a 50 milioni dovrà essere di 33 miliardi (circa due punti percentuali del Pil), garantendo così garanzie per circa 412. Un intervento, in questo momento indispensabile, reso possibile anche grazie all’allentamento delle norme europee sugli impegni di bilancio».

 

 

Consigliati