24 OreA Interlinea il “Premio Nazionale Maggiore” per la Traduzione

La casa editrice Interlinea si è aggiudicata il “Premio Maggiore” del Ministero per i beni e le attività culturali come editore italiano di opere straniere.

È dei giorni scorsi, infatti, la firma del ministro Franceschini al decreto che assegna il Premio Nazionale per la Traduzione alla casa editrice italiana Interlinea, che in 25 anni di attività, testimoniata dal catalogo storico che esce in questo mese da Franco Angeli, ha tradotto e pubblicato opere straniere soprattutto nelle collane “Lyra”, di poesia, e “Nativitas”, unica collana europea dedicata alla cultura al Natale. Fra gli autori più tradotti Adonis, Evtushenko, Ferlinghetti e di recente Valéry, Dumas e il siriano dissidente Bayrakdar, premio internazionale 2017 del festival di poesia civile. Fra le motivazioni dell’assegnazione del premio alla casa editrice di Novara fondata da Roberto Cicala e Carlo Robiglio spiccano la «forte spinta culturale e civile» della casa editrice, «l’accuratezza delle traduzioni e degli apparati critici» e «la correttezza nel trattamento dei traduttori».

Alla notizia gli editori Roberto Cicala e Carlo Robiglio, nel ringraziare il comitato ministeriale di esperti, hanno espresso «soddisfazione per un segnale istituzionale che dà fiducia all’impegno costante di mantenere la qualità in tutte le fasi della cucina editoriale per realizzare libri che nella veste e nel contenuto possano essere un valore duraturo e non soltanto effimero. Per questo un grazie a chi da 25 anni contribuisce al progetto culturale di Interlinea: dallo staff ai tipografi, promotori e distributori, librai e bibliotecari fino, naturalmente, ai lettori. Continuiamo a impegnarci nella convinzione che un buon libro aiuta a vivere meglio».

Consigliati